Benvenuti nelle FAQ.
Domande e risposte
per gestire il Vs servizio
www.

«
»


Informativa PEC

Inserito il Aug 2, 2010 Condividi

Qualsiasi informazione, sempre che decidiate di eseguire la PEC presso di noi sono presso il link www.eos-pec.it

Non serve creare sottodomini o email sul cpanel. Sono cose che dobbiamo fare noi se uitlizzate il ns servizio

A titolo informativo
Le possibilità di attivazione sono:

1) attivare caselle di posta su dominio di secondo livello
(email@nomedominio.it)
2) attivare caselle di posta su dominio di terzo livello
(email@pec.nomeodminio.it)

Il ns consiglio è di attivare caselle di posta su dominio di terzo livello per un semplice fatto, dedicare la PEC a determinati indirizzi di posta senza intaccare in nessun modo la funzionalità di caselle di posta già esistenti sul dominio di secondo livello

Esempio pratico

Ho un dominio con 5 caselle di posta già funzionanti col metodo traidzionale.
Desidero certificare il dominio. Nel momento in cui decido di certificare il dominio le caselle di posta cesseranno di funzionare e per poterle far funzionare sarà necessario chiedere la certificazione anche per queste 5.
Ogni email che vorrò creare successivamente per questo dominio, dovrò per forza farle certificare.
Dal momento della certificazione queste email non saranno più funzionanti sui ns server, non saranno più gestibili dal ns webmail, ma si dovrà utilizzare
un secondo webmail, una diversa impostazione sul proprio client di posta.

Quanto su indicato potrebbe essere semplificato se il dominio su cui si far attivare la cetificazione è un nuovo dominio, ma se è un dominio già esistente, potrei crearmi dei problemi importanti. Se su quel dominio ho 50/80 caselle di posta aziendali, il danno che vado a crearmi sarà “interessante”.

Consiglio, come da punto 2.
Chiedere l’attivazione di un dominio di terzo livello( esempio pec . dominio . it), chiedere la certificazione su dominio di terzo livello
In questo modo non intaccherò il funzionamento delle caselle di posta e soprattutto non sarà limitato nel creare caselle di posta sul dominio
principale.
In questo modo la spesa sarà limitata, il danno sarà inesistente.
Quando attivo la PEC su (es) pec.dominio. it, dovrò farmi fornire dal certificatore la configurazione named da far inserire sul server dove è presente il dominio principale.
Tutto qui.

IMPOSRTANTE: la validità PEC si ha solo quando dialogano due pec. La valenza di A/R esiste solo quando una PEC invia ad altra PEC e non a email non certificata

CONFIGURAZIONE

——————-

Altre immmagini di configurazione


8 ) cliccare FINE e procedere con la configurazione definitiva aprendo le proprietà
dell’account di posta appena creato.
Cliccare Impostazioni Avanzate e inserire come porta SMTP “465” e pop3 “995”
come da immagine

ATTENZIONE: certificato quando richiesto è da installare in modo da non dover ogni volta accettare il medesimo.
Se non riuscite a salvarlo sul client di posta  e non volete ogni volta perdere tempo ad accettarlo, usare come
Posta in entrata: pop3s.pec.aruba.it  (indirizzo del certificatore come indicato su www.eos-pec.it)
Per salvare il certificato, cercare in base al Vs client di posta, le operazioni da eseguire in rete. ES: installare certificato

Webmail: webmail.eos-pec.it che farà il reindirizzamento al certificatore della PEC indicato sull’informativa della home eos-pec.it

POSTA IN USCITA potete inserire al posto di smtp.eos-pec.it, l’ismtp del certificatore

smtps.pec.aruba.it* (connessione ssl; porta 465)

PER IMAP

Il parametro da utilizzare in questo caso è:
Server imap: imaps.pec.aruba.it (connessione ssl, porta 993)

 

> INFORMAZIONI VARIE

La Certificazione consiste nella conferma al mittente da parte del gestore di posta dell’avvenuto invio del messaggio (e degli eventuali documenti allegati) tramite la Ricevuta di Accettazione, che costituisce la prova legale della spedizione effettuata. Nello stesso modo, quando il messaggio perviene al destinatario, il gestore invia al mittente la Ricevuta di Avvenuta (o Mancata) Consegna, indicando esattamente sia la data e che l’ora.
Nel caso in cui il mittente perda le ricevute, può risalire alle indicazioni sulle operazioni svolte: tutte le ‘tracce’ vengono infatti conservate per legge per un periodo di 30 mesi e possono essere riprodotte, assumendo lo stesso valore giuridico, delle ricevute stesse.


Cosa contraddistingue un messaggio di Posta certificata da quelli di posta elettronica ‘ordinaria’ ?

Il messaggio di Posta Certificata si distingue da quelli di posta elettronica ordinaria per i seguenti aspetti:

  • arriva al destinatario all’interno di una Busta di Trasporto: il Messaggio Originale risulterà in allegato
  • contiene tutti i Dati di Certificazione in allegato alla Busta di Trasporto e ne garantisce la loro validità
  • contiene la firma del gestore
  • garantisce la provenienza, il riferimento temporale e l’integrità del contenuto

Cos’è la Ricevuta di Accettazione?

E’ la ricevuta, contenente i dati di certificazione, rilasciata al mittente del messaggio dal server smpts (server per l’invio della posta) del gestore certificato utilizzato per l’invio dei messaggi,

La ricevuta di accettazione contiene la firma del gestore di posta elettronica del mittente.

Cos’è la Ricevuta di Avvenuta Consegna?

Il punto di consegna (cioè il server del destinatario del messaggio certificato) fornisce al mittente la ricevuta di consegna nel momento in cui il messaggio viene inserito nella casella di posta certificata del destinatario.

N.B. Al mittente verrà inviata una Ricevuta di avvenuta consegna per ogni destinatario del messaggio al quale è recapitato, purché sia certificato. La ricevuta di Avvenuta Consegna è firmata con la chiave del gestore di posta certificata del destinatario.

Esistono 3 tipi diversi di Ricevuta di Avvenuta consegna:

1) Ricevuta Completa di Avvenuta Consegna
E’ caratterizzata dal fatto di contenere i dati di certificazione del gestore certificato del destinatario e il Messaggio Originale in allegato

2) Ricevuta Breve di Avvenuta Consegna
E’ caratterizzata dal fatto di contenere in allegato i dati di certificazione del gestore certificato del destinatario ed il testo del messaggio originale; eventuali file allegati risulteranno ‘sintetizzati’ nei rispettivi Hash.

3) Ricevuta Sintetica di Avvenuta Consegna
Contiene in allegato soltanto i dati di certificazione del gestore certificato del destinatario del messaggio

ATTENZIONE!!! La Ricevuta di Avvenuta Consegna non dimostra che il messaggio è stato letto dal destinatario ma conferma solamente la ricezione del messaggio nella casella del destinatario.

Cos’è la Busta di Trasporto?
La Busta di Trasporto è il messaggio creato dal server smtps utilizzato dal mittente per l’invio: contiene il Messaggio originale inviato dall’utente e i Dati di certificazione
La busta di trasporto è firmata con la chiave del gestore di posta certificata mittente. La busta di trasporto viene recapitata nella casella di posta certificata del destinatario IMMODIFICATA per consentire la verifica dei dati di certificazione da parte del server ricevente.

THUNDERBIRD configurare come una normale casella
Alcune immagini nel caso di dubbio

Inserisci Commento/Domanda/Risposta

Commento