Benvenuti nelle FAQ.
Domande e risposte
per gestire il Vs servizio
www.

«
»


Politica AntiSpam

Inserito il Jan 14, 2009 Condividi

Politica serverweb:
Lato server installiamo spamassasin non gestibile direttamente a livello di regole dal cliente.
Se una email ha un coefficiente di spam non superiore a 7, la email passa senza problemi;
se il coefficiente è superiore a 7 ma inferiore a 18, la email passa ma con la dicitura: Possibile spam
se il coefficiente è superiore a 18, la email viene cancellata e non consegnata.
A Spamassasin abbiniamo altri antispam che lavorano su:
-ip spammer
-indirizzi spammer
-reti spammer
Questo antispam cancella le email non appena arrivano sul server

Per finire utilizziamo i filtri RBL.
In questo caso il server controlla se l’ip e/o mittente è memorizzato in qualche database spammer
(sbl.spamhaus.org -xbl.spamhaus.org -pbl.spamhaus.org -bl.spamcop.net -dnsbl.njabl.org – cbl.abuseat.org). In questo caso, a differenza di tantissimi hoster, non blocchiamo le email ma le facciamo passare di modo che l’utente potrà in autonomia decidere il da farsi.
Perchè abbiamo deciso di far passare queste email? Perchè, purtroppo, spesso, alcuni ISP italiani vengono inseriti in questi database causando impossibilità da parte degli stessi utenti italiani di ricevere le email.
Esempio: telecom, fastweb potrebbero venir inseriti nel RBL di spamcop. Se sui server si utilizzano gli RBL senza nessuna regola, moltissimi non riceverebbero le email da telecom e fastweb.
Serverweb ha creato una regola per la quale le email passano però con la dicitura: POSSIBILE SPAM.
Il cliente in autonomia potrà decidere cosa fare di queste email. Il cliente può entrare nel pannello CPANEL e creare delle regole filtri con le seguenti indicazioni (esempi):
-se la email contiene POSSSIBILE SPAM, recapitala alla casella x@nomedominio
-se la email contiene POSSIBILE SPAM, cancella la email
-se la email contiene POSSIBILE SPAM da bl.spamcop.net, recapitala senza problemi

SPIEGAZIONE più analitica qui

———-
Come segnalare lo spam e dove
Purtroppo vi è l’abitudine da parte di moltissimi utenti internet di cancellare le email di spam ma non segnalarle ai vari database mondiali che si occupano di questa piaga.
Gli antispam, soprattutto gli Rbl, si basano sullo spam segnalato e se uno spammer non viene segnalato, le email di quest’ultimo continuerano a passare tranquillamente sui server e sui client di posta. E’ vero che segnalare lo spam è una prassi molto noiosa e molti di noi pensano che esista semplicemente un’entità superiore atta proprio a questo:)
Esistono meccanismi per cui alcuni RBL riescono grazie a sistemi molto ben fatti e proxies a incamerare dati utili contro gli spammer, ma le segnalazioni che noi utenti del web eseguiamo sui siti di competenza, possono aiutare moltissimo. Possiamo in qualche modo aiutare a limitare lo spam segnalandolo ad uno degli Rbl più famosi, abbastanza semplice da utilizzare: http://www.spamcop.net/
Per segnalare lo spam si deve visitare il link http://www.spamcop.net/anonsignup.shtml e poi quando di accederà alla pagina di segnalazione, grazie ad una login e password che spamcop ci invierà, si dovrà incollare l’header completo della mail (tasto destro sulla mail, proprietà)

Inserisci Commento/Domanda/Risposta

Commento